logo AMB trasparente

REGOLAMENTO

ASSOCIAZIONE MICOLOGICA PIOMBINESE

REGOLAMENTO INTERNO

PREMESSA

In attuazione dell’Art.11, par.7, lettera g dello Statuto, è redatto il presente Regolamento interno, al fine di migliorare l’organizzazione e disciplinare le attività dell’Associazione Micologica Piombinese, d’ora in avanti indicata come “Associazione”.

Sempre per semplificazione il Consiglio Direttivo sarà indicato come C.D.

Per facilitarne il rispetto e l’applicazione, il medesimo sarà depositato in sede e reso disponibile alla consultazione da parte di ogni singolo associato.

Art. 1

SEDE SOCIALE

1- La sede sociale dell’Associazione è situata in Piombino in via Modigliani N°2, presso il Centro Entomologico,  dove di norma si svolgono gli incontri ed i corsi per i soci nelle date stabilite dal programma.

Art. 2 

PROGRAMMA ANNUALE DELLE ATTIVITA’

1- Viene redatto dal C.D. ad inizio anno sociale e presentato alla serata di apertura delle attività. A tale serata possono partecipare  tutti coloro che sono interessanti senza impegno di iscrizione all’Associazione.

2- Sarà compito del C.D. di informare dell’evento, i soci, ex soci e conoscenti, direttamente, tramite invito scritto  o  posta elettronica  o comunicazione verbale. Per la popolazione in genere, verrà pubblicizzato con articolo di giornale e/o mediante affissioni per la città di apposite locandine o altro mezzo di comunicazione in genere. 

Art. 3

CORSI DIDATTICI

1- Vengono svolti in sede seguendo il calendario  del programma annuale delle attività.

Hanno una durata di due ore circa per incontro e vengono condotti da docenti scelti dal C. D.

2- Sono rivolti ai soci ordinari, onorari e sostenitori e sono dedicati alla micologia, botanica, rispetto per la natura e quant’ altro ancora sia inerente a tali argomenti, sempre seguendo i fini statutari.

3- E’ consentito assistere alla prima serata di un corso anche ai non iscritti che intendono valutarne i contenuti prima dell’adesione.

4- Possono assistere anche bambini al di sotto dei 14 anni  accompagnati da un familiare socio, che ne sarà interamente responsabile.

Art. 4

ATTESTATI DI FREQUENZA 

1- Ai soci che frequentano per la prima volta il “corso di micologia di base” (in genere le prime tre lezioni del corso), verrà consegnato un attestato di frequenza.    

Art. 5

SCELTA DELL’ORARIO E  GIORNO SETTIMANALE PER I CORSI   

 1- Attualmente il giorno settimanale dedicato ai corsi è il venerdì alle ore 21.

La scelta del giorno e dell’ora viene stabilità dal C.D. che, qualora lo ritenesse necessario, potrà sentire l’opinione dei soci proponendo una consultazione per valutare le loro reali esigenze. Tale questionario dovrà essere proposto prima  dell’inizio delle attività in modo che il socio alla sua iscrizione abbia certezza del giorno e ora dei corsi. In ogni caso resta vincolante la decisione finale del C.D.

Art. 6

DOCENTI

1- Possono far parte dell’Associazione o anche essere esterni ad essa.

a- Docenti interni. La loro preparazione sulla materia da esporre deve essere adeguata per un  livello medio di conoscenza dei soci che partecipano alle lezioni. l’Associazione ne  incoraggia lo  studio, il continuo aggiornamento e aumento delle proprie conoscenze per l’ottenimento di una migliore divulgazione delle nozioni. A tale scopo viene messa a disposizione la biblioteca e ogni altro strumento che possa essere di ausilio. I soci che si ritengono in grado e hanno interesse a diventare docenti, possono partecipare alla conduzione delle lezioni in affiancamento al docente incaricato. Il C.D. insieme al docente proposto, valuterà il grado di preparazione e il momento in cui potrà condurre le lezioni autonomamente.

b- Docenti esterni. Debbono avere una conoscenza sulla materia da esporre superiore alla media dei soci che partecipano alle lezioni, in modo che anche i docenti interni possano trarne insegnamento.

Art. 7

USCITE MICOLOGICHE E BOTANICHE

1- Per Uscite micologiche e botaniche si intendono quelle gite che hanno come scopo la ricerca dei funghi a scopo didattico e la conoscenza delle piante nel loro ambiente naturale.  Perciò vengono considerate  vere e proprie lezioni svolte direttamente in habitat.

Di norma sono programmate di domenica e sono stabilite, come numero, dal programma annuale delle attività, ma non come data, in quanto verranno decise nel corso della stagione, per la migliore riuscita dell’attività. E’ possibile che, per cause avverse alla loro realizzazione (maltempo, mancanza di materiale per lo studio), non si riesca a raggiungere il numero delle uscite stabilite nel programma.

2- Alle uscite didattiche saranno presenti, oltre a un responsabile nominato dal C.D. anche un docente della materia.   

 Art. 8

CONDOTTA DEI SOCI

1- I soci, quando partecipano ad una attività interna od esterna alla sede dell’Associazione, debbono avere un comportamento dignitoso e coerente alla situazione.

2- Ogni socio può contribuire al miglioramento dell’Associazione esprimendo idee e proposte per l’avvio di nuove attività, o il miglioramento di quelle in programma. Proposte, progetti e consigli, devono essere formulati preferibilmente per iscritto e sottoposti al C.D. perché ne valuti la validità e fattibilità.

3- Ogni socio può intraprendere, al di fuori dell’Associazione, iniziative singole e personali per la divulgazione delle conoscenze micologiche ( corsi, conferenze , mostre, ecc.) senza però riferimento alcuno di appartenenza all’Associazione. In caso contrario, tale socio ha comunque il dovere di comunicarlo al C.D. ed ogni riferimento all’Associazione dovrà essere prima da questo autorizzato.

4- I soci che, con il loro comportamento, vanno contro i fini statutari o ancor più esplicitamente, infrangono le normative sulla Raccolta funghi, se l’Associazione ne viene ufficialmente al corrente, secondo l’articolo 14 dello Statuto, saranno presi provvedimenti a loro carico. 

Art. 9 

PERMESSO DI RACCOLTA FUNGHI PER SCOPI SCIENTIFICI

1- I’ Associazione detiene il Permesso  di raccolta funghi a scopo scientifico le cui disposizioni sono illustrate nell’apposito capitolo della vigente Legge Regionale Toscana sulla raccolta funghi. Tale permesso, con validità annuale, dall’anno 2012  fino a diverse disposizioni, viene consegnato al Presidente, dall’ AGMT al momento del rinnovo dell’ iscrizione  a essa.

2- La responsabilità per un corretto utilizzo è a carico del Presidente che insieme al C. D. decide  chi potrà farne uso nell’ambito dell’Associazione. Saranno consegnati ai soci di provata esperienza  e serietà, con anzianità sociale superiore a due anni, che si impegnano ad effettuare  raccolte destinate ai corsi o alle mostre. Per altri permessi particolari di raccolta funghi a scopo scientifico ( esempio: Parchi Val di Cornia), intestati all’Associazione, valgono le solite regole di assegnazione del precedente permesso. Tali autorizzazioni non sostituiscono il normale permesso regionale a pagamento per la normale raccolta funghi.

3- Ai soci che non ne fanno un uso corretto, non sarà rinnovato per l’anno successivo.   

 Art. 10

BIBLIOTECA

1- La  biblioteca è situata in una libreria collocata all’interno della sede sociale ed è costituita da testi , riviste, pubblicazioni in genere, inerenti alla Micologia o ad altri argomenti correlati, acquistati dall’ Associazione o frutto di donazioni.

2-  Su ogni volume vi è apposto il timbro dell’Associazione ed un numero progressivo, il tutto inserito in un apposito elenco sempre aggiornato degli eventuali movimenti.

3-  La gestione della Biblioteca è affidata ad un responsabile incaricato dal C.D. (vedi Art.12, par. 2, lettera l  del presente regolamento).

4- La consultazione dei testi è riservata ai soli soci e può avvenire solo in sede con la presenza del responsabile o di un componente del C.D. Per particolari esigenze  (studio per la preparazione dei docenti, allestimento di corsi e relativo materiale di supporto) possono essere consultati al di fuori della sede, solo in periodi al di fuori delle attività sociali (corsi, mostre). Per altre esigenze, il prelievo di un testo deve essere approvato dal C.D.   

Art. 11

ESONERO DA RESPONSABILITÀ (ampliamenti sull’Art. 6 dello Statuto)

1-  L’Associazione declina ogni responsabilità su danni alla salute dovuti a :

a- cattiva interpretazione delle informazioni di carattere divulgativo apprese durante lo svolgimento delle attività .

b- consumo di funghi considerati commestibili dalla letteratura micologica e pertanto dichiarati tali durante le attività, causa possibile intolleranza personale.

c- consumo di funghi considerati commestibili dalla letteratura micologica e pertanto dichiarati tali, non raccolti dal danneggiato, ma ricevuti da altro socio durante un’attività dell’Associazione.

2- L’Associazione diffida ogni socio ad offrire funghi a scopo alimentare ad altri soci durante le attività socio-didattiche.

3- Dato che la cernita dei funghi a solo scopo alimentare non rientra nelle finalità dell’Associazione, è fatto divieto ai soci di esercitare attività di consulenza micologica con questo fine a nome e per conto dell’Associazione stessa, che pertanto non potrà mai essere ritenuta responsabile.

4- Il socio che si fa accompagnare da  parenti o conoscenti (consentito nell’art. 4 par.5 dello Statuto)  ad una attività esterna dell’Associazione, è ritenuto responsabile degli eventuali danni inerenti a tali attività, subiti a carico di essi.

Art. 12

ORGANISMI ED INCARICHI

1- CONSIGLIO DIRETTIVO

a- In aggiunta a quanto è contenuto nell’ Art.11 dello Statuto, ad ogni suo componente è richiesto una particolare condotta che sia di buon esempio verso i soci (regole morali).

a1- Si auspica coerenza tra le informazioni di carattere etico, divulgate nell’ambito del rispetto per la natura e il proprio comportamento al momento della realizzazione di tali propositi.

a2 Gli sforzi ed i sacrifici che vengono affrontati per il raggiungimento degli obbiettivi dell’Associazione siano motivati, non da scopi personali, ma che siano a vantaggio dei soci e dell’Associazione.

a3- In caso di dimissioni, prima della naturale scadenza, se non ci sono cause di forza maggiore, o incompatibilità sorte con il C.D., per evitare disagi alle attività previste e all’Associazione, si raccomanda al membro del C.D.  di attendere la fine dell’anno sociale o per lo meno la nomina del nuovo membro.

b- Le riunioni del C.D. sono aperte a tutti i soci che vi vogliono partecipare come spettatori, con permesso di esprimere opinioni, ma senza diritto di voto. I soci che ne hanno intenzione, debbono informare il Presidente, che al momento della convocazione del C.D. si premunirà di informarli.    

2- INCARICHI ESECUTIVI

Oltre  agli incarichi previsti dagli art. 10 e art.11 dello Statuto (Presidente, Vicepresidente, Segretario, Tesoriere) vengono nominati dal Consiglio Direttivo le seguenti figure con incarichi esecutivi.

a- Rapporti Interni :  Mantiene contatti con i soci, ex soci e conoscenti, per tutte le evenienze in cui necessita dare informazioni e avvisi riguardanti l’Associazione. ( inizio attività, corsi, riunioni, elezioni, uscite, pranzi sociali, gite). Questa mansione viene ricoperta normalmente dal Segretario, in quanto, come da Statuto, gestisce gli elenchi degli iscritti. E’ possibile che l’incarico possa essere assegnato ad altro socio, che in tal caso , dovrà mantenere un più  stretto rapporto con il Segretario.

b- Rapporti Esterni : Mantiene  i contatti  esterni : Istituzioni pubbliche ( comune, Forestale,  Regione, Provincia, ASL, enti  locali e territoriali ) enti privati ( sponsor, fornitori, ecc.) per collaborazioni varie e servizi, inerenti alle attività dell’Associazione.

 c- Rappresentante  AGMT :  Partecipa alle riunioni dell’AGMT, a cui l’Associazione è iscritta  come da ’Art 1 par.2 dello Statuto, come membro di diritto se questa figura è coperta direttamente dal Presidente, con delega scritta del Presidente se è incaricato un’altro socio.   In caso di richiesta da parte dell’assemblea AGMT, di decisioni immediate, ha la facoltà di esprimerle senza il parere del C.D. In altro caso, dopo un consulto con il C.D. 

Può essere accompagnato da un altro socio che contribuirà per una migliore comprensione degli argomenti discussi.

Riferisce al C.D. delle attività ed iniziative dell’AGMT che interessano all’ Associazione.

d- Addetto  alla Didattica rivolta ai Soci : Mantiene i contatti con i docenti esterni. Elabora e realizza i programmi dei corsi di micologia e botanica  e il relativo materiale didattico di supporto  in collaborazione con i docenti incaricati. I progetti saranno successivamente  portati in visione al C.D. per approvazione e realizzazione. Compie attività di ricerca di nuovi testi per l’aggiornamento e miglioramento della biblioteca.   

e- Addetto  alle Attività Scolastiche :  Mantiene i contatti con gli insegnanti scolastici per la stesura dei calendari e del programma. Realizza i programmi  degli incontri e i relativi supporti didattici, quantificando un preventivo di spesa per la loro attuazione. Le attività programmate ed il loro eventuale costo di realizzazione, saranno portati in visione al C.D. per approvazione.

Riferisce al C.D. periodicamente delle attività svolte ed i risultati raggiunti.

Per lo svolgimento degli incontri, l’incaricato può avvalersi della collaborazione di altri soci. L’associazione promuove ed incoraggia tutti i soci a partecipare a questa particolare attività di divulgazione che proietta i fini statutari nel futuro. 

f- Addetto alle Mostre Micologiche e altri eventi esterni : Questo incarico, per la parte rivolta alla programmazione e preparazione, viene svolta in collaborazione con l’addetto ai rapporti esterni. Tiene contatti con organizzazioni cittadine o culturali per mostre od eventi fuori città. Per le mostre in Piombino provvede  alla prenotazione del locale deciso dal C.D. per l’evento.  Provvede all’approvvigionamento del materiale occorrente necessario mancante. Forma un gruppo di lavoro per il trasporto, la collocazione e l’allestimento di tutto il materiale necessario per l’evento. Per agevolare questa attività, sarà compilata una lista dettagliata di tutti gli elementi necessari. Incarica i cercatori di funghi da esporre o altri soci, di raccogliere anche il verde per l’addobbo. Dirige e contribuisce all’allestimento complessivo del locale.

g- Addetto alla determinazione funghi per le Mostre : Gestisce e mantiene aggiornati i cartellini  per le mostre e il relativo elenco. Contatta eventuali determinatori  esterni . Forma un gruppo di lavoro con i soci disponibili per la raccolta e in comune accordo  scelgono  e si suddividono le zone di ricerca. Sceglie i libri della biblioteca per la determinazione in collaborazione con l’incaricato. Collabora per la determinazione e l’ esposizione dei funghi.

h- Addetto alle Uscite (Micologiche e Botaniche): Propone la giornata più idonea, in funzione dei seguenti parametri: buone previsioni meteo, presenza di funghi nelle zone programmate per la ricerca nel caso di uscita micologica, un numero maggiore di partecipanti, presenza di almeno un docente esterno o interno. Due lezioni prima dell’eventuale uscita, la propone  ai soci presenti. Alla lezione successiva, se viene confermata perché vi sono le condizioni sopra elencate, stabilisce il luogo e l’orario di ritrovo e si accorda con l’addetto ai rapporti interni per gli avvisi ai soci assenti. Al posto di ritrovo in funzione dei reali presenti, stabilisce nel dettaglio i luoghi di ricerca, gli eventuali gruppi con almeno un socio esperto di riferimento, il posto  e l’ora di ritrovo per il pranzo al sacco. Durante le escursioni l’addetto preposto ed i vari soci anziani, sono invitati a dare assistenza ed affiancamento ai  nuovi soci  o ai meno esperti.

 i- Addetto alle Manifestazioni Ricreative (Feste e Pranzi sociali) : Propone al C.D. il luogo e la data idonei per la manifestazione da organizzare e relativo preventivo di spesa. Il C.D. stabilisce l’eventuale cifra di integrazione da parte dell’Associazione, sceglie gli ospiti  e definisce la quota di partecipazione per i soci. L’incaricato forma un gruppo di lavoro per la messa in atto del progetto. In collaborazione con l’addetto ai rapporti interni, dopo averne dato notizia a tutti i soci, compila la lista dei partecipanti. In collaborazione con il tesoriere  provvede alla riscossione  delle quote previste, se necessario prima della data prefissata, in altro caso al momento o al termine dell’evento.   

Provvede per l’ acquisto opportuno di generi alimentari per rinfreschi in sede, che saranno rimborsati o anticipati direttamente dal tesoriere.

l- Addetto alla Biblioteca : Gestisce i testi e altro materiale della biblioteca. Mantiene aggiornato l’elenco ed i suoi movimenti. Ha Incarico di trasporto, per le mostre o altre manifestazioni, i libri per l’ausilio alla determinazione, il libro delle firme, i libri per la vendita. Gestisce i testi in vendita tenendo una lista apposita, riscuote  e consegna il ricavato al tesoriere.

m- Addetto al sito Internet : L’Associazione, con il fine di rendersi più visibile nel comprensorio e per migliorare i contatti con i propri soci, ha allestito un sito internet in cui si possono trovare tutte le notizie inerenti l’Associazione e le sue attività. L‘addetto è incaricato di mantenere aggiornate le informazioni contenute e ha funzione di moderatore per quanto concerne gli apporti dei visitatori del sito. 

2a- Tali incarichi possono essere svolti anche da soci non appartenenti al C.D., ma comunque con un’adeguata anzianità ed esperienza all’interno dell’Associazione.

2b- Le nomine vengono effettuate alla formazione del nuovo C.D. ed hanno pari validità di tempo.

2c- In caso di dimissioni dell’incarico assegnato prima della naturale scadenza, se non ci sono cause di forza maggiore, per evitare disagi alle attività previste e all’Associazione, si raccomanda al socio rinunciatario di aspettare la fine dell’anno sociale o per lo meno la nomina di un nuovo incaricato.

Art. 13

RIMBORSI

1- In ampliamento alle normative dell’Art. 15, par. 2 dello Statuto ed in coerenza con esse, tenendo presente  del  peso sempre più incidente che il costo carburante può avere nella realizzazione di molte attività dell’Associazione, per non aggravare ancora di più gli oneri dei soci incaricati,  viene consentito il rimborso del costo carburante per le attività approvate dal C.D. in cui è necessario effettuare spostamenti con i propri mezzi superiori a 40 Km.

2- Tali rimborsi dovranno essere quantificati al momento dell’approvazione dell’attività. Inoltre è richiesto, se possibile, un documento che comprovi che il viaggio sia avvenuto per motivi legati ad attività dell’Associazione. Nell’impossibilità di ottenere tale documento, il richiedente del rimborso può portare un’autodichiarazione controfirmata dal tesoriere.

3- E’ consentito il rimborso per il pranzo in occasione delle riunioni AGMT ad un massimo di due persone per una cifra non superiore a 25€ a testa, quando il luogo da raggiungere è a una distanza superiore a 50 Km o, se minore, quando la riunione si prolunga al pomeriggio o vi sono importanti motivi di rappresentanza approvati dal consiglio.

 Art. 14

MODIFICA DEL REGOLAMENTO INTERNO

1- Il presente regolamento interno potrà essere integrato e/o modificato su indicazione del C.D. o su proposta di almeno un terzo del numero dei soci e approvato dall’Assemblea generale dei soci.

2- Modifiche o integrazioni potranno essere apportate solo una volta all’anno.

Il presente regolamento interno è stato redatto in data

Letto, accettato e sottoscritto dal Presidente dell’Associazione  e da tutti i componenti del C.D.

Entrerà in vigore al momento dell’approvazione dell’Assemblea dei soci.

 

FIRMATO IN ORIGINALE

                        

 Il Segretario                                         Il Presidente                                IL Vicepresidente

 

I Consiglieri

 

joomla компоненты

/